archivio

Archivio mensile:febbraio 2012

Premessa

I principi per avere un cosmetico vegan sono due:

  1. che il cosmetico e i suoi componenti non siano testati su animali
  2. che nessuno degli ingredienti (nell’INCI) provenga dal mondo animale

Per essere certi che il prodotto non sia testato su animali si può guardare il sito della LAV (Lega Anti Vivisezione) e il sito di ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale).

Per sapere cosa sono gli ingredienti contenuti nel prodotto si può guardare sul biodizionario (ma prestando moltissima attenzione) e su guidacosmetici (che non conosco molto bene) oppure direttamente navigando sulla rete, magari su wikipedia! Su arte del cambiamento qualche idea per guardare un INCI velocemente.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Molte volte prima di comprare un prodotto ho cercato in rete l’INCI per capire se fosse vegan oppure no. Tutte le volte non ho trovato niente.

Quindi ho pensato di condividere gli INCI e qualche notizia in più (prezzo, modo d’uso, …) dei prodotti che ho in casa e che comprerò in futuro.

Spero che questo “progetto” possa essere d’aiuto a qualche navigatrice/tore che come me girovaga nella vana speranza di trovare delle informazioni dettagliate sui cosmetici che vorrebbe comprare.

Questa ricetta l’ho delibata molte volte, sia fatta da me che da altri.

Penso sia la ricetta ideale per far capire ad un carnivoro che è possibile vivere e gustare il cibo anche in completa assenza di alimenti di origine animale.

La ricetta l’ho trovata qui.

La mia versione:

ingredienti:

  • 150g di seitan
  • 1 limone di medie dimensioni
  • farina qb (io ho usato la 00 perchè avevo quella aperta)
  • olio e.v.o.
  • sale qb

procedimento:

  • tagliate il seitan a fette sottili

 

 

 

 

  • infarinatelo e fatelo soffriggere nell’olio caldo

 

 

 

 

  • salate, aggiungete il succo di limone e acqua qb
  • abbassate la fiamma e fate cuocere per 10 minuti con il coperchio
  • poi scoperchiate e fate restringere l’intingolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Direi che questa ricetta sarebbe per due in un pasto con più portate, ma per uno se mangiate solo questo!

Ieri era carnevale ed essendo martedì c’era lezione di danza del ventre.

Mi spiaceva arrivare a mani vuote, la lezione precedene avevamo deciso di agghindarci un po’ di più, quasi fosse un saggio! Volevo anche portare qualcosa di gustoso, per richiamare un po’ i dolci tipici carnevaleschi.

Allora ho pensato di fare una ricetta che avevo in mente già da un po’ e che avevo provato già a fare ma senza zucchero nell’impasto (che è più o meno uguale a qello della focaccia). Ringrazio ancora una volta la macchina del pane. 😀

ingredienti per l’impasto:

  • 230g di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 440g di farina
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di olio e.v.o.
  • 1/4 di cubetto di lievito da 42g

ingredienti per il ripieno:

  • 250g di albicocche secche (senza zucchero)
  • acqua qb
  • 2 cucchiai di zucchero di canna integrale

procedimento:

  • mettere tutti gli ingredienti nella macchina del pane
  • avviare il programma impasto e lievitazione
  • dopo che è finito il programma lasciare l’impasto nella macchina del pane ancora 1.15/1.30h
  • dopo di che dividetelo in 16 parti
  • stendete ogni parte in modo che resti più o meno circolare
  • nel frattempo frullate le albicocche con l’acqua e lo zucchero
  • con la crema ottenuta farcite i dischi di impasto
  • chiudeteli tipo calzone
  • spennellateli di olio e.v.o.
  • infornateli a 180° per 30-40 min

 

 

 

 

Su quattro di questi panzerottini ho anche spalmato dello sciroppo di riso (quelli a destra in basso), vengono un po’ più dolci.

 

 

 

 

 

 

 

Ne manca uno perchè l’ho dovuto assaggiare. 😀

Il buonissimo pranzo di oggi!!!

ingredienti:

  • 80g di miglio decorticato
  • 1 busta di “misto funghi con porcini a cubetti” surgelati carrefour (so che sarebbe meglio non usare i surgelati, ma questi NON contengono additivi, conservanti, ecc)
  • olio e.v.o.
  • sale qb

preparazione del miglio:

  • lavare il miglio un po’ di volte, finchè lacqua non risulta limpida
  • lasciarlo scolare in un colino
  • tostarlo in una pentola con poco olio e.v.o.
  • in una pentola a parte scaldate, quasi a bollore, acqua in quantità doppia rispetto al miglio
  • versate l’acqua bollente nella pentola con il miglio, salate a piacere (meglio poco :D)
  • coprite con un coperchio e continuate a cuocere, facendo assorbire tutta l’acqua

Meno male che ho usato una pentola antiaderente perchè l’ho lasciato su un po’ troppo!

  • nel mentre cuocete i funghi con un po’ d’olio e.v.o. e salateli
  • una volta che miglio e funghi sono pronti mescolateli
  • delibate

Scusate, non ho neanche fatto una foto…avevo troppa fame! 🙂

Sabato 3 marzo 2012 dalle 15 alle 18 circa, presso VIAMAGENTA – libera circolazione di idee (via Magenta, 11 – Pavia).

Durante l’incontro di approfondimento pratico sulla cosmesi naturale, gli amici di Daymons Naturalerbe (notizie qui e qui) mostreranno come realizzare da soli:

  • un detergente
  • una maschera viso
  • una crema viso
  • una crema per i dolori
  • un dentifiricio (se avanza tempo)

Termine iscrizione 25 febbraio 2012. Se siete interessati scrivetemi un post che vi spiego come fare per l’iscrizione!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: