archivio

danza

brdeu 019

Oggi grande prova generale di danza orientale in costume di scena, venerdì abbiamo il Galà! Terribile, prima di fare il nostro pezzo nella prova ufficiale abbiamo provato tra di noi e ci siamo mandate in confusione.

La mia scuola di danza qui a Bordeaux è “Madrasat el Fann” diretta da Caroline Chatel.

2adee-101cosesudimebanner490

21. Come avete capito, faccio danza orientale. E’ già il terzo anno! Ho trovato in questa danza un tassello di me che non trovavo.

22. Adoro parlare con persone con origini diverse dalla mia, ogni volta si scopre un mondo nuovo!

23. Ho cantato in un coro per anni e anni, poi ho fatto un anno da solista cambiando anche genere. Poi ho smesso per un bel po’. Mi sono ripromessa di ricominciare con l’autunno prossimo, mi manca.

24. Il mio colore preferito è il rosso.

25. Stare in Francia mi ha fatto capire che l’Italia ha un sacco di potenzialità sprecate, che trisezza.

26. Vorrei vivere in una città di mare.

27. Penso che la vera cura del corpo non possa prescindere dalla cura della mente.

28. Credo che nella vita bisogna si avere un progetto, ma bisogna anche sapersi adattare agli imprevisti.

29. Mi fanno ridere le moderne spose in bianco. Il bianco è segno di purezza, quindi no, per favore!

30. Odio i disorganizzati che mandano all’aria l’organizzazione degli altri.

Con questo post partecipo al linky party di Alex di “C’è crisi! C’è crisi!”.

Venerdì sera abbiamo fatto il saggio “defiitivo”, quello più serio insomma. Come al solito abbiamo preparato/portato qualcosa da smangiucchiare.

Io ho preparato:

° delle focacce, una semplice e una con i pomodori a fettine

  • 775g farina 0
  • 105 g farina integrale
  • 460 g acqua
  • 3  cucchiaini sale
  • 5 cucchiai olio
  • 1/2 cubetto lievito
  • pomodori perini qb

Ho sciolto il lievito nell’acqua, ho messo tutto nella macchina del pane e ho fatto partire il programma solo impasto. 🙂 (fa un ora di lievitazione)

 

 

 

 

 

Poi ho steso l’impasto nelle due teglie (in quella piccola 1/3) ho versato sopra ad entrambe una salamoia (acqua, olio e sale) e ho fatto cuocere per 10 minuti a 180°. Dopo di che, sulla focaccia più grande ho messo i pomodori tagliati a fettine e ho fatto cuocere ancora per 30 minuti (comunque guardate voi se sono cotte, il tempo può variare da forno a forno).

 

 

 

 

 

° una torta

  • 40g fecola di patate
  • 180g farina 0
  • 25 g olio di girasole
  • 125g olio evo
  • 60g zucchero
  • 60g zucchero di canna integrale
  • 150ml latte soia
  • 1 e 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 35 g pinoli

Mescolate prima tutti gli ingredienti secchi, poi gli oli e il latte (nell’ordine) e infine i pinoli. Cuocete in forno a 180° per 30 minuti (stesso discorso fatto per le focacce).

Ho messo poco olio di girasole perchè l’avevo finito. 🙂

° una farinata di ceci (qui la, solita, ricetta)

 

 

 

 

  • 9 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • pepe
  • 8 dl di acqua
  • 250 grammi di farina di ceci

In un recipiente molto capiente, mettere la farina di ceci, versarvi molto lentamente l’acqua tiepida, mescolando con molta cura e facendo attenzione a far sciogliere gli eventuali grumi che si saranno formati. Salare la miscela e lasciare riposare per un paio di ore. Passato questo tempo, eliminare la schiuma in superficie. Accendere il forno in modo da fargli raggiungere la temperatura di 240-260°C prima di iniziare la cottura. Aggiungere alla miscela di ceci ed acqua 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva e mescolare delicatamente in modo da far amalgamare bene gli ingredienti. A questo punto, prendere una teglia circolare di circa 38 cm di diametro, in modo da ottenere che il liquido versato raggiunga uno spessore inferiore al centimetro; cospargere la teglia con il rimanente olio, avendo cura di coprire tutta la superficie, quindi versare il composto di ceci. Lasciare cuocere per circa 20 minuti ruotando ogni tanto la teglia in modo da ottenere una cottura uniforme. Passati i 20 minuti, lasciare accesa la sola fonte di calore superiore del forno per altri 5-10 minuti. La superficie si deve presentare di colore ambrato scuro con parti abbrunate e la parte inferiore dorata. Si ricorda che ogni forno ha caratteristiche diverse, pertanto sarà bene testare i reali tempi di cottura con il proprio elettrodomestico.

L’altroieri sera abbiamo fatto un mini-saggio. Ognuna ha portato qualcosa, io:

  • torta al cacao, ho seguito la ricetta della torta con crema di cacao, ma non ho messo la crema e ho aggiunto un cucchiaio di cacao nell’impasto

 

 

 

 

 

 

 

 

  • tramezzini misti veg, ho usato il pane in cassetta viviverde della coop mentre per il ripieno ho fatto la maionese vegetale (di limone ne ho usato mezzo, ho usato il curry al posto della curcuma, un composto di grani di senape de “il nutrimento” e l’olio l’ho versato tutto e non a filo) e ho usato insalata, peperoni sottaceto e funghetti sottolio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • farinata di ceci, la ricetta l’ho presa su style (non ho tolto la schiuma perché non ne aveva fatta e ho proporzionato le dosi per la dimensione della mia teglia)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi spiace un sacco che la maestra non fosse presente, purtroppo ha avuto un piccolo inghippo con la gravidanza (deve stare in assoluto riposo).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: